Ultima modifica: 23 marzo 2017

Donna angelo o donna oggetto? Parliamone

di Luigi Cascarano e la classe 2C “Carducci-Giovanni XXIII”

Oil on Wood 54.8 x 40.3 cm

Oil on Wood 54.8 x 40.3 cm

La scuola è luogo di benessere, di crescita umana e culturale, grazie alle varie tematiche che si affrontano e si studiano. La Letteratura può sembrare molto lontana dalle nostre problematiche, eppure è così attuale. Il Dolce Stil Novo, corrente letteraria sviluppatasi alla fine del Duecento, tratta il tema dell’amore inteso come sentimento che avvicina il cuore umano a Dio attraverso la donna-angelo, una creatura intermediaria fra terra e cielo. “Null’om po’ mal pensar fin che la vede”, così scriveva G. Guinizzelli.

Nell’età contemporanea le cose cambiano radicalmente. Da un’indagine effettuata, gli adolescenti apprezzano delle ragazze principalmente la bellezza fisica. Bionda o bruna? Alta o bassa? Magra o robusta? Insomma, la donna ai giovani di oggi piace bella e basta. Pochi sono coloro che apprezzano l’intelligenza, la gentilezza, la bontà d’animo. Forse queste qualità non sono apprezzate dagli uomini? Gli ideali stilnovisti sono svaniti. La donna ha pari dignità dell’uomo, ma spesso è solo oggetto anche di violenze – che avvengono dentro le mura domestiche – perché l’uomo non accetta di considerarla alla pari. Molta strada si è fatta ma tanta è da fare. Quello della donna è un ruolo da rivedere, non nel senso di una malintesa parità, ma di una complementarietà che dia diritto al riconoscimento di un reciproco rispetto.

 

Lascia un commento